Si è verificato un errore nel gadget

lunedì 14 settembre 2009

GRAN FONDO DOLOMITI STARS





15°ASS

11°MATER GOLD







138,2km 4h57'10 27,9vm 74vM 156pm 175PM 3698disl 14,8c° 61,9kg





SALITE





DURAN 45'43 11,96km 168pm 175PM vm 16,4 8,1% 1328VAM

STAULANZA 41'25 12,09 17,5 6,6 1162

GIAU 45'21 9,84 162 167 13 9,2 119

FALZAREGO 33'20 10,12 157 164 18 5,4 972



LA MIA CORSA.
Week end piu fortunato di quello scorso e ci voleva poco..................
Sabato un paio di orette di rulli all'alba, poi una mattinata di lavoro abbastanza tranquilla, poi via all'appuntamento col mio socio.
Viaggio senza problemi seppur lunghetto, all'arrivo aria freschina che a messo un po alla prova i miei denti, mentre anche il dito a continuato ad essere bello gonfio.
Siamo arrivati ad Arabba ed abbiamo ritirato il pettorale(62), e pacco gara che vedete in foto peccato solo che le giacche erano rimaste solo di taglia L, in tutte le Gf sempre questa storia secondo me potrebbero organizzarsi meglio, comunque non è larghissima( iscrizione speso 42€).
Un brevissimo occhio ai pochi stand e via in Albergo, appena il tempo di scaricare ed era ora di cena(7,30). Cena veramente ottima per quantita e qualita, sono rimasto soddisfatto dell'albergo e del trattamento. Albergo convenzionato con la gara (51€ mezza pensione) A Digonera circa 12 km dalla partenza HOTEL DIGONERA.
Nessun problema a prendere sonno e buona nottata, risveglio verso le 6, poi colazione alle 6,30, che come al solito mi sono portato da casa per fare la mia standart.
Poi sono cominciati i dubbi sull'abbigliamento, visto che la giornata si presentava serena, ma le previsioni davano alte possibilita di pioggia e freddo sui passi, alla fine col senno di poi devo dire di aver indovinato il tutto, ho subito solo un po di caldo nei primi km del Duran ma nulla di che.
Poi via in furgone alla partenza, fatti tutti preparativi via in griglia nache con troppo anticipo visto che la prima era 1-100, ma per fortuna non faceva freddo e ho trovato da scambiare piacevoli chiacchere e cosi il tempo è passato via bene.
Prima parte di corsa come temevo per me ostica visto che in pratica tutta in discesa( circa 45km), dopo una decina di km dietro macchina via volante poco prima della deviazione dei percorsi.
Sono comunque riuscito a tenere botta senza particolari problemi, anche se ho evitato all'ultimo uno che aveva forato in un tratto molto veloce.
Siamo arrivati all'imbocco del Duran tutti assieme, li Bruseghin ci ha subito salutati e in pratica si è fatto tutta la corsa da solo fermandosi poi solo sul Falzarego e cosi non ha minimamente influito sulla corsa Bravo BRUSE.
Salita imboccata abbastanza regolari ma forte come dimostra la VAM finale, buone sensazioni sopratutto a livello di pedalata, pianio piano la selezione è stata naturale, ci sono stati sulo un paio di accelerazioni e una di queste a provocato una lite fra quelli dell Esercito e i Maggi, a mio avviso cose esagerate, pensare che io ero a tutta......................
Ho avuto un paio di momenti difficili, ma ho tenuto duro, per fortuna l'ultimo km abbonfante facile mi ha permesso di rifiatare ee di vestirmi per la discesa.
Discesa che i Maggi volevano fare regolari( e sarebbe stata la mia fortuna), ma evidentemente Corradini non era daccordo e si è buttato giu a tutta, io non sono riuscito a reggere( grosso rischio di un atleta dell Esercito), arrivando a valle staccato col gruppetto di Cappe e Beconcini, finita la discesa subito attacco dello Staulanza e quelli davanti non si vedevano. Cosi quando i due Maggi hanno fatto il forcing per rientrare non ci ho creduto e non ho nemmeno provato a seguirli, col senno di poi un bel errore visto che pare che quelli davanti avessero solo un trentina di sec, e che poi abbiano fatto salita e discesa regolari..............
Io sono rimasto in un gruppettino che alla fine è diventatio di 5, c'e da dire che in alcuni frangenti stavo per mollare, ma sono riuscito areggere. Nel corso della salita è arrivata anche un po di pioggia, che a reso viscida la successiva discesa, quindi giu con cautela fino all'imbocco del Giau.
In pratica fin da subito siamo rimasti uno per cantone è io giusto in mezzo, ho fatto la salita tutta col mio ritmo e devo dire con buonissime senzazioni, e infatti alla fine ho fatto il mio tempo record, e tutte le alre volte avevo subito molto di piu la salita. Discesa in solitario e con la massima attenzione visto lestrade a tratti bagne ( preso un po d'acqua anche in salita), ancora una volta un po di crampi ch eper fortuna sono riuscito arintuzzare attacando il falzarego col 52, salita ancora una volta fatta in modo regolare senza cedimenti, da dietro ho visto fin da iniziop salita avvicinarsi Faccin, ma mi ha preso solo a circa due dalla vetta, abbiamo scollinato assieme ma poi lui si è buttato giu forte(mi ha detto che doveva fare risultato), io sono andato del mio ritmo( ancora una discesa a tratti bagna), e cosi mi sono fatto da solo anche gli ultimi 10km di su e giu col timore di essere raggiunto da dietro, ma cosi non è stato e anzi a momenti lo riprendo.
Alla fine un'altro ottimo risultato, anche se mi resta l'ambizione di poter arrivare ad un livello maggiore se solo riuscissi a farmi male tutte le salita almen come sul Duran, mi retsa l'impressione alle volte di accontentarmi, devo lavorarci su.
Post corsa tranquillo, non essendo premiato ne io ne il mio socio siamo potuti partire anche presto, ma purtroppo abbiamo trovato traffico e cosi è stato un lungo ritotno e in pratica la giornata si è conclusa solo alle 24.
Il mio giudizio sull'organizzazione è piu che buono non ho visto macchine contarie al senso di gara, solo un po di traffico sul Giau, Ristori per i miei gusti ok, bottiglette al volo.
Insomma una gara che penso rifaro
Adesso sotto con l'Avesani

5 commenti:

Anonimo ha detto...

e il dito come va ?

Anonimo ha detto...

perchè non scrivi come è andata la tua gara?

ghila ha detto...

quello dell'esercito che ha rischiato di cadere in discesa era Pisani? anche alla maratona delle dolomiti è finito in un campo nella discesa del pordoi... anche tu in discesa mi sembri uno prudente, purtroppo anche io, però certe discese fanno selezione e poi spendi molto per rientrare (sempre che si riesca a rientrare), bisognerebbe imparare ad andare forte anche in discesa oltre che in salita! complimenti per la gara, ottimo risultato!

senna977 ha detto...

No non era Pisani. discesisti non ci si inventa ma Beconcini dimostra che si puo fare bene lo stesso.........

Anonimo ha detto...

Molto bello, sono piu' un ciclista curioso e quindi mi piace leggere le imprese degli altri (vado in bici, ma con risultati molto limitati ;)), per cui di tanto in tanto vengo sul tuo blog da bdc-forum.
Un unico consiglio, se lo accetti (non ciclistico, penso che in quello non possa assolutamente dartene): occhio agli orrori di ortografia :)