Si è verificato un errore nel gadget

martedì 30 novembre 2010

TOTALE NOVEMBRE

1777,6KM
126H39'
62,3KG
7,2C°
23417 DILS

USCITA ODIERNA


Senza titolo per senna977 in Garmin Connect - Dettagli

C°1,8
KG 62,2

Il meteo ha tenuto botta giusto giusto per permettermi di uscire, con richiamini di sfr

lunedì 29 novembre 2010


Senza titolo per senna977 in Garmin Connect - Dettagli

C°2,8
KG 62,1

Sono riuscito ad evitare di inzupparmi...............

USCITA DOMENICA


Senza titolo per senna977 in Garmin Connect - Dettagli

C -0,7
KG 62,1

Un'oretta rubata alla neve poi rulli

USCITA SABATO


Senza titolo per senna977 in Garmin Connect - Dettagli

62KG
3,1C°

Ottimo lungo anche per sensazioni, ormai mi sento tutt'uno con la cervelo spero di trovare lo stesso feeling con la nuova bici

sabato 27 novembre 2010

CLASSIFICA FINALE COPPA LOMBARDIA


8°MASTER GOLD

CLASSIFICA FINALE SUPER PEGASO

PERCORSO LUNGO
CATEGORIA MASTER GOLD
1
2
3
3
5
6
7
8
9
10
11
12
13
MONTANARI
DEMATTEIS
AZARIO
OLIVERI
FIORETTI
ORSI
PISANI
REZZANI
SCHIARATURA
FORNI
PESCIAROLI
POLETTI
ZACCHI
DAVIDE
MICULA'
GIANANDREA
FABIO
LUCA
GABRIELE
VINCENZO
MICHELE
DAVIDE
ALESSANDRO
CESARE
DANIELE
RICCARDO
TEAM MAX
VIGOR CYCLING TEAM
TEAM CINELLI GLASS'NGO
BICISTORE CYCLING TEAM
VINER FACTORY
ASD TEAM PIANETA BICI CERVELO
GS ESERCITO
GIORDANA CIPOLLINI TUTTOSPORT
VINER FACTORY
TEAM OROBICA
GIANLUCA FAENZA HYMER TEAM
FREE TEAM SC PIZZERIA ROSALPINA
ASD TEAM ZAPP. 02
750
700
540
540
300
295
260
170
110
100
90
80
70

venerdì 26 novembre 2010

USCITA GIOVEDI



Senza titolo per senna977 in Garmin Connect - Dettagli

C°2,6
KG 62

Aproffitato in pieno della giornata serena(fredda) prima del previsto mal tempo, ottime sensazioni e divertimento

mercoledì 24 novembre 2010

USCITA ODIERNA


Senza titolo per senna977 in Garmin Connect - Dettagli

c°3,8
kg 62,8

Da oggi comincia il calvario freddo, sia al lavoro che in bici, come vorrei andare in letargo!
Aspettando la neve adesso prevista per venerdi ho portato a casa un ottima uscita

martedì 23 novembre 2010


Senza titolo per senna977 in Garmin Connect - Dettagli
c°6,6
kg63

Un po di sole prima della neve...........cosi dicono le previsioni

lunedì 22 novembre 2010

USCITA ODIERNA


Senza titolo per senna977 in Garmin Connect - Dettagli

c°5
kg62,8


Partito all'asciutto arrivato bagnaticcio, ma per fortuna senza sofferenza.
Oggi un cane ha attentato alla mia vita attraversandomi la strada in discesa, è andata bene.
La giornata si è conclusa con una foratura, ho fatto cosi gli ultimi km con la ruota a terra.
Le scarpe sono davvero comode, devo solo aggiustare la regolazione angolare della tacchetta

SABATO DOMENICA RULLI


sabato 20 novembre 2010

IVAN BASSO IL RITORNO DEL CAMPIONE

Bel libro interessante per un atleta che mi piace come mentalita meno come corridore

LAKE VS SIDI

PESO LAKE 670G
PESO SIDI 782

CON TACCHETTE

venerdì 19 novembre 2010

USCITA ODIERNA


Senza titolo per senna977 in Garmin Connect - Dettagli

C°7,8
KG 62,8

Lake davvero comodissime sembra di stare in pantofole, ancora in lotta con la posizione tacchette.
Oggi insperata una giornata serena, anche se ho dovuto girare attorno alle nuvole.
Continuano le uscite seguendo le gambe( oggi molto buone)

USCITA GIOVEDI


Senza titolo per senna977 in Garmin Connect - Dettagli

c°7,4
62kg

Dovuto tornare indietro per la pioggia, e completato il lavoro sui rulli!
Messo le scarpe in forno, oggi monto le tacchette e nella prima giornata serena le provo

Prima bozza di calendario 2011

Regioni
Lombardia
Nobili
Cunego
ixcolli
Campagnolo
Transalpes

mercoledì 17 novembre 2010

USCITA ODIERNA


61,8KG
C°9

Bella giornata serena.
Domani se riesco metto in forno le Lake, epoi ci monto le tacchette

lunedì 15 novembre 2010

SOLO UNA PRECISAZIONE ..............................

IO LAVORO!!!!
BENZINAIO 8-12 15-19 COMPRESO SABATO MATTINA GIOVEDI POMERIGGIO LIBERO.



USCITA ODIERNA


C°9,7
61,9KG


Gamba bella dura! Per fortuna non ci siamo bagnati

USCITA SABATO





62,2KG
9,8C°




Senza titolo per senna977 in Garmin Connect - Dettagli

Il week end in trasferta per il pranzo sociale è andato al meglio.............grazie sopratutto alla gentilezza di Michele e Giovanna

domenica 14 novembre 2010

GRAZIE

Marco - Medio Campidano ha lasciato un nuovo commento sul tuo post " ":

Premetto che non ho scritto uno dei precedenti post e, anzi, sino ad oggi non avevo mai scritto su questo blog, che però ogni tanto leggo. Giusto per fare chiarezza, mi chiamo Marco e sono un cicloamatore sardo.
Sinceramente non capisco tutti quelli che non fanno altro che lasciare commenti contenenti insulti e offese, e mi stupisco della tolleranza di Senna, che minaccia sempre di bannare questi commenti, o di togliere l'opzione anonimato, però non lo fa mai. Se questo blog vi avvelena il sangue, perché continuate a leggerlo?
Non capisco dove stia il problema. Se a Senna va di snocciolarsi 25.000 Km all'anno, a voi che frega? Il fatto che abbia molto tempo libero, che lavori o non lavori, che gli piaccia fare 5 ore di bici invece di impiegare il tempo in altro modo, che abbia 33 o 50 anni sono affari suoi, e nel momento in cui non danneggia nessuno è liberissimo di farlo. A me il blog piace, anche se sicuramente Senna forse è un po' esagerato (quintalate di rulli al mattino presto, uscite lunghissime anche quando non serve...) e io non farei mai le stesse cose (probabilmente finirei per odiare la bicicletta...), ma il punto fondamentale è che lui non prende tutto questo come un obbligo o un dovere (a quel punto sarebbe davvero un masochista), ma semplicemente si diverte. Secondo me chi non fa altro che lasciare commenti pieni di insulti è fondamentalmente un FRUSTRATO. O gli piacerebbe fare quello che fa Senna, ma per motivi vari (lavoro, orari, etc.) non può farlo, oppure ha la bava alla bocca perché Senna riesce a fare qualcosa che lui non avrebbe mai la forza di volontà di fare.
Tanto per mettere le cose in chiaro, io non sono uno di quegli amatori-prof (o "ciclobuffoni", come è stato molto simpaticamente detto...) che qualcuno mostra di odiare tanto. Sono uno che LAVORA al mattino, che torna a casa alle due del pomeriggio, mangia in fretta e furia e poi esce in bici, e quasi sempre al rientro dall'allenamento deve rimettersi al lavoro. Tanti giorni è un grosso sacrificio, però MI PIACE. Mi piace allenarmi, seguire un percorso di allenamento e poi gareggiare e confrontarmi con gli altri, a prescindere dal risultato.
Solo chi non ha mai fatto agonismo (anche solo a livello amatoriale) non può capire il senso di tutto questo, visto che non ci pagano, spendiamo tanti soldi per correre e spesso facciamo sforzi immani per riuscire ad allenarci. Però, ripeto, l'importante è fare una cosa che piace e che aiuta a scaricare le tensioni di ogni giorno.
Riguardo al lavoro di Senna, non entro nel merito perché non sono affari miei. Però voglio dire che spesso (non sempre) il lavoro è un alibi per non fare quello che non si ha la volontà o la voglia di fare. Conosco gente che fa salti mortali per ritagliarsi il tempo per allenarsi o che, quando non fa a tempo ad uscire in orario di luce, fa l'allenamento sui rulli (guardate un po' il sito Gazzetta/Ciclismo e l'Operazione Fiandre). Se poi uno, ad esempio, invece di allenarsi quando rientra preferisce rilassarsi, o invece di fare la lunga alla domenica mattina preferisce fare le ore piccole al sabato notte e magari spaccarsi di alcool, la sua scelta resta legittima ma poi non può venire a dire di non poter fare l' "amatore-prof" perché è uno che lavora.
Per quanto riguarda i metodi di allenamento di Senna, poi, è vero che si allena tanto e forse non in maniera ottimale, ma è anche vero che chi ottiene certi risultati (in maniera pulita, intendo) è sempre una persona che macina tantissimi chilometri all'anno. Perché, per andare forte, la regola ferrea resta "testa bassa e pedalare". Ciao.

Pubblica
Elimina
Contrassegna come spam

Modera i commenti per questo blog.

Postato da Marco - Medio Campidano in CICLISMO CHE PASSIONE! alle 13 novembre 2010 18:30

sabato 13 novembre 2010

DOMANI PRANZO SOCIALE

Il Menu'


Antipasti Vari


Primi Piatti


  • Casoncelli alla bergamasca

  • Risotto alle erbette e limone



Secondi Piatti



  • Brasato di Manzo

  • Scaloppe all'arancio e acciughe



Contorni




  • Patate al forno

  • Polenta Taragna



Dessert


  • Gelato con mousse di fragole



Vino, acqua, caffè e liquori


Dopo una stagione di gare e di sacrifici, è l'ora di mettere comodamente i piedi sotto la tavola!E di farlo per una volta in abiti civili!


venerdì 12 novembre 2010

Cari Blogger, siete dei vermi!

Caro direttore Stagi, considera questi “Misfatti” come uno sbocco di bile, diretto da un lettore imbufalito contro il suo direttore di fiducia. Tema: il blog. Cioè quello spazio che sul tuo sito “Tuttobiciweb” hai aperto ormai da tempo, come tutti quanti del resto in quest’epoca di comunicazione elettronica. Che cosa sono qui a dirti? Una cosa semplice ed elementare: esprimo tutta la mia gioia nel constatare che ultimamente ti sta creando problemi e grattacapi. Lasciatelo dire, dal più profondo del cuore: ti sta benissimo. Te la sei cercata, adesso te la gratti. Spero che tutte le polpette avvelenate entrate nel blog recentemente, dalle calunnie alle falsità, dagli insulti alle carognate, ti rovinino la vita e il fegato. Così finalmente capirai una cosa fondamentale: che la libertà e la libera espressione sono cose sacre, ma che proprio per questa loro intrinseca sacralità non possono finire tra le mani di quattro scemi.

Tanto per essere chiari: il blog, cioè lo spazio aperto in cui chiunque può esprimere le proprie opinioni, è di per sè un’idea bellissima e nobilissima. Il problema è che la nobilissima idea frana subito nella sua pratica realizzazione: a trasformarla in una follia è questa simpatica trovata dell’anonimato. E qui, caro direttore, ti richiamo a tanti discorsi che ci siamo fatti in tanti anni di discussioni: sempre viva il confronto, anche asprissimo e feroce, delle libere idee, purchè ciascuno se ne assuma la responsabilità. L’abbiamo sempre pensata allo stesso modo, è una fede cieca che ci ha sempre legati, in fondo è il vero fondamento del successo di “Tuttobici”: ben venga qualunque espressione, anche la critica più pesante, purché abbia una paternità. Non è il caso di scomodare Voltaire e l’Illuminismo, con il loro sublime dogma di battersi fino alla morte per difendere la libertà di chi la pensa diversamente, ma qualcosa del genere va sempre ricordato. Che pizza il pensiero unico, che noia quando siamo tutti d’accordo. Sempre viva la sana palestra delle opinioni. Sempre viva “Tuttobici”. Purchè nessuno ciurli nel manico.

Ma è qui che ti richiamo alla questione: mi vuoi spiegare che c’entrano i blog con tutto questo? Sento dire – ti sento dire – che è bello lasciare libero spazio ai lettori. E come no. Però piano con questo mito dei lettori. I lettori sono sacri, guai a chi li tocca: ma se fanno il piacere di metterci la faccia. Con nome, cognome e indirizzo. Lo sai come la penso: sono disposto ad ascoltare il critico più feroce, riconosco ai Bulbarelli e ai Cassani il diritto sacrosanto di non guardarmi più in faccia per i rilievi che rivolgo, ma dall’altra parte ci deve sempre essere il fondamento minimo della lealtà. Una faccia. Un indirizzo. Un nome e un cognome.

Ma guardalo, il tuo geniale blog, caro direttore. Lo vedi? Ha le penose sembianze di una cloaca. Di una sputacchiera. Di un vomitatoio. Un luogo sordido e ributtante dove chiunque riversa le sue schifezze peggiori. Sempre, rigorosamente, tassativamente anonime. Possono dire di te e di me che siamo due pedofili disgustosi. Insegnano a Ivan Basso e ad Armstrong come si sta al mondo, dicono che Verbruggen e Di Rocco sono farabutti, possono tranquillamente insinuare che Riccò sia pure maniaco sessuale. Di più: scrivono apertamente che i giornalisti sono tutti venduti, meschini, servi, gentaglia prezzolata che non dice mai la verità. Dicono che i direttori sportivi sono tutti ladri ed evasori fiscali. Salgono sul pulpito e distruggono tutti con una facilità mortifera. Tanto, chi ne risponde? Spiegano a noi giornalisti che cosa sia il coraggio, questi cuor di leone. Noi, che comunque rispondiamo in tribunale di ogni nostra singola parola. Loro però sono i giganti della libertà. Sì, scomodano proprio questa parola enorme: loro sarebbero i cavalieri della libertà e della verità. Gli unici che abbiano il coraggio di dire le cose come stanno. Loro, che coraggiosamente si chiamano Jacky 15, PippoYoghi, Ursula 3000, Gengis Khan e Superminkia.

Tranquillo, caro direttore: sono alla fine. Non mi serve molto altro spazio. Devo solo aggiungere una mia idea elementare, talmente elementare da sembrarmi superflua. Eppure, la ribadisco per evidente necessità. Questa: il blog avrebbe ragione di esistere soltanto se i suoi frequentatori, cosiddetti blogger, fossero riconoscibili. Se avessero un’identità. Soprattutto, una dignità. Non mi stancherò mai di ammirare quei lettori che da quando esistono i giornali inviano le loro brave lettere, con lodi e critiche, rilievi e consensi, in un linguaggio magari duro eppure sempre civile, conferendo al mezzo di comunicazione una vitalità e una ricchezza inestimabili. Sempre però con una firma e un indirizzo per essere identificabili. Al massimo, quando rischiano l’incolumità, chiedono gentilmente la formula “lettera firmata”. Una formula di protezione, niente a che fare con la formula vile e codarda dell’anonimato. Ecco, questa è libertà vera. Questa è libertà seria. Questa è libertà ricca.

Mi dirai che nei blog non si può fare. E allora sai già come ti rispondo: al diavolo i blog e i blogger. Si chiude il blog e si mandano all’inferno i blogger. La democrazia e la libertà non corrono alcun pericolo, in assenza di questi vigliacchi da strapazzo. E se loro, come fanno sempre, ti minacciano di non leggere più il sito, prega il tuo Signore che mantengano la minaccia e che vadano a vomitare le loro porcherie altrove. Bisogna solo festeggiarle, certe perdite. Quando il delinquente se ne va da casa nostra dopo una rapina, non è che ci sentiamo più soli. O tu sì?

P.S.: se permetti, mi porto anche un po’ avanti col lavoro. Siccome so che i cuor di leone cominceranno ad insultarmi dal loro vomitatoio, sempre e rigorosamente nascosti nell’anonimato, anticipo già da ora la mia più cordiale risposta: siete dei vermi.

da «tuttoBICI» di dicembre, a firma Cristiano Gatti

USCITA ODIERNA


Senza titolo per senna977 in Garmin Connect - Dettagli

c°8,8
kg 62,6

Splendida giornata di sole, quando è cosi e si sta bene fisicamente pedalare è una GODURIA.

Come qualc'uno ha detto, esco in bici con delle domande e torno con le risposte

USCITA GIOVEDI


c°7,4
62,5kg


Presto dovrei avere la visita per l'assicurazione udace.
Voi avete un'assicurazione personale si si dove?

Una precisazione da nessuna parte o mai scritto che mi sento Basso o che mi sento alla stregua di un professionista, vivo solo la MIA vita come piace a me e non ho bisogno che nessuno venga insegnarmi cosa dovrei fare

Nell'uscita odierna ho incrociato un vero PROFF, o cosi me lo hanno spacciato i suoi soci, un proff della downhill.....................MA come se a me interessasse la cosa...............Comunque era in braghe corte!

mercoledì 10 novembre 2010


c°10
kg 62,7



Oggi sono partito col sole, ma gia dopo pochi km mi sono preso il primo squasso di acqua, mi sono poi asciugato, ma al ritorno ho preso acqua vera e cosi ho finito zuppo( speriamo le scarpe asciughino per domani), per fortuna non proprio assiderato.

Cosi alla fine è saltata fuori un'uscita sempre abbastanza in tiro, senza nessuna stirazzata, ma con un'ottima dose di salita e buone sensazioni.

Avanti cosi secondo l'estro del momento e a seconda di quello che il meteo mi concede.

Domenica pranzo sociale, con annesso week end a casa del "capo" speriamo di poter fare un'uscitina domenica mattina in compagnia, anche per consumare qualche caloria visto la presumibile abbuffata.....

lunedì 8 novembre 2010