Si è verificato un errore nel gadget

lunedì 31 maggio 2010

IL PAGELLONE



ORGANIZZAZIONE VOTO 8

Il meglio che si possa trovare in giro

LOCATION voto 6,5

l'unico aspetto che non mi convince in pieno, sopratutto per il fango..................

IL PERCORSO VOTO 8

Che dire siamo sulle DOLOMITI, non adattissima a me la prima parte

PARTECIPAZIONE voto 7

Media per livello e numeri

PACCO GARA VOTO 8

Di tutto di piu

SICUREZZA voto 10

Nessuna sbavatura nemmeno con il meteo avverso

LE STRADE VOTO 7,5

Non perfette solo a venir giu dal VAlles per lavori.

PREMIAZIONI VOTO 8

Come sempre c'e stato da aspettare ma ne valeva la pena

PREMI GF ALPI


GF MARCIALONGA


Senza titolo by senna977 at Garmin Connect - Dettagli

5°ASS
3°CAT
PREMIATO
PIOGGIA C°4,1

LE SALITE

S.LUGANO 6'40 3,685km 2,5% 243W 97rpm 20,2vm 837VAM
ALDINO 22'15 6,139 8,5 306 76 16,6 1405
PETTERSBERG 5'11 1,93 4,9 276 81 22,3 1100
UNTERMOSER 10'45 4,314 4 282 78 24,1 960
LAVAZE 31'53 8,185 8,5 281 70 15,4 1306
S.PELLEGRINO 41'42 11,44 6,4 249 74 16,5 1073
VALLES 32'14 7,02 8,7 251 68 13,1 1145

LA MIA CORSA:

Giornata di vigilia piu tirata coi tempi vista la lunghezza del viaggio, e cosi anche meno rulli, pero per fortuna ho avuto compagnia nei viaggi, e cosi sono passati entrambi bene senza inconvenienti di sorta.
Una volta a Predazzo solita fortuna di avere il Camper con i miei angeli custodi..................come farei senza di loro.
Gia da sabato meteo molto variabile, e domenica mattina dopo una nottata ok mi sono alzato con un cielo non certo invitante. In piu abbastanza insognato tant'è che diversamente dal solito mettermi in moto per le operazioni preliminari è stato un po laborioso, ma poi è andato tutto comunque con i tempi giusti.
Ho scelto di partire con le Zipp nonostante fossi convinto che pioggia prima o poi sarebbe caduta, e infatti sono partito con tutto l'abbigliamento da pioggia e questo mi ha poi permesso di portare a casa il lungo senza momenti di sofferenza,nonostante la pioggia da meta Lavaze in poi.
Le Zipp col bagnato non si sono rivelate poi cosi male, pero manco di fiducia e cosi oggi in discesa è stata una giornata ancora piu complicata del solito.

In griglia nessun problema nonostante poco prima della partenza ha cominciato a sgocciolare.
Primi km fatti piuttosto forte, tant'e che sul Lavaze ero in vantaggio anche sulla tabella di marcia del 2008( tempo finale 4h22'), nonostante oggi in salita non sia riuscito a spingere al massimo.
Come sempre ho sofferto la discesa del s.lugano, e questo comporta imboccare Aldino ed essere in pratica gia staccato. Mi sono poi messo al mio ritmo, oggi ho cercato di concentrarmi sulla massima agilita, ma questo non ha pagato infatti specie nella seconda parte non sono riuscito ad esprimermi sulle mie solite potenze, e cosi gia da Mercoledi si torna all'antico, voglio finire con la sensazione di avere dato tutto, e il Lunedi rivoglio il mal di gambe, non come ieri quando mi sembrava di non avere neppure corso.

Oggi ho pagato in tutte le discese, col bagnato e con le zipp non ho mai trovato il ritmo, c'e da dire che poi bene o male sono sempre rientrato sui gruppeti dove ero, ma in giornata normale sia in salita che in discesa il podio sarebbe stato garantito.

Sul Lavaze sono riuscito ad andare bene solo nella seconda parte quando sono stato raggiunto da dietro da un'altro concorrente con cui siamo poi rientrati su quelli davanti. Come detto Brutta discesa perdo il gruppetto( poi quasi del tutto ripreso nella piana), e ripreso a valle da un folto gruppo( che al passo era staccato quasi 2'). Qualche dubbio sul da farsi prima del bivio, ma poi conoscendo il mio carattere via convinto per il lungo, scelta condivisa da pochi della trentina che avevo davanti, del mio gruppo siamo rimasti in tre. S.pellegrino abbastanza regolari li ho scoperto di essere in lotta per il podio( un ritiro davanti). Borraccia di te caldo al passo fondamentale passatami dal mio capo(la cui presenza che è stata fondamentale sopratutto a livello psicologico). Discesa breve e ok. Poi sul Valles ho provato a fare selezione proprio in prevvisione discesa, ci sono riuscito ma non abbastanza, ho scollinato in terza posizione con 40" di vantaggio, che come detto non sono bastati infatti poi in discesa sono stato raggiunto e superato prima da uno e poi nel finale dall'altro che avevo staccato in salita, e cosi un podio prestigioso se ne andato, peccato. Oggi comunque ripeto non sono riuscito ad esprimermi al meglio, certo il risultato è gratificante e dopo tutta la sfortuna avuta ci voleva, ma posso e devo fare decisamente meglio a livello di prestazione. Spero gia mercoledi di concludere soddisfatto al 100% della mia prestazione

venerdì 28 maggio 2010

USCITA GIOVEDI


Senza titolo by senna977 at Garmin Connect - Dettagli

KG 63,7 C°15,3

Continuato per tutta la settimana l'opera di agilizzazione con buone risposte.
Peccato solo per un peso misteriosamente degenerato.
Adesso sotto con la MARCIALONGA

mercoledì 26 maggio 2010

Fra i favoriti mi pare troppo


Pubblicata il 25-05-2010

PRONOSTICI ARDUI ALLA MARCIALONGA CYCLING. ATTACCO AI PASSI LAVAZÈ, SAN PELLEGRINO E VALLES



Al via tre vincitori del 2009: Corradini, Zelger e Schartmueller
Tra le donne anche Bandini, Moschen e Lambrugo contro le tedesche
Al maschile ci sarà il confronto ciclisti contro fondisti
La gara scatta domenica alle 7.30 da Predazzo, in Trentino


La Marcialonga Cycling domenica 30 maggio spicca il salto verso la sua quarta edizione, con lo sfondo dello stadio del salto di Predazzo. Non si possono che rivivere ad occhi aperti le spettacolari immagini dei tanti eventi di caratura internazionale vissuti in Val di Fiemme, alcuni dei quali appartengono al passato, altri che si affrancano al futuro come le gare mondiali di sci nordico nel 2013. Lo stadio “Giuseppe Dal Ben” il 30 maggio sarà il quartier generale dell’evento tanto atteso dagli amanti del pedale.
La Marcialonga, oltre che evento internazionale di primo piano per gli sciatori, sta accattivandosi sempre più l’attenzione e le simpatie anche dei “professionisti della fatica” su due ruote, quelli appunto delle granfondo su strada.
Domenica al via (ore 7.30) saranno rappresentate ben 17 diverse nazioni con l’obiettivo di raggiungere e superare i 1400 corridori presenti nelle ultime edizioni. Per rimarcare l’importanza di tale evento, basta ricordare che l’appuntamento è stato inserito nel nuovo circuito Worldloppet Cycling Races e continua a far parte anche del Supernobili e dell’Amatour World Cup.
Alexander Zelger e Astrid Schartmueller hanno già confermato che saranno in griglia a difendere il primato conquistato lo scorso anno nella versione “medio fondo”, così come Antonio Corradini in quella lunga, mentre Anna Corona - che fu dominatrice al femminile di una gara epica - ha appeso la bici al chiodo.
Ma di protagonisti ne sono annunciati molti altri. All’assenza della coriacea Corona sopperisce la presenza di Monica Bandini, già azzurra tra i “pro” ed ora la “gran fondista” più vincente di sempre e che nella scorsa stagione si è messa in tasca 13 vittorie assolute e 15 di categoria. Non si possono dimenticare le presenze significative della vincitrice della Coppa del Mondo Cicloamatori 2009 Anita Lihl e della biker Kerstin Brachtendorf, entrambe tedesche. Da tener d’occhio anche la campionessa italiana in carica Cristina Lambrugo, compagna di squadra della Bandini, così come Roberta Moschen che nel 2010 ha già vinto più volte. Sarà curioso anche il confronto delle due giovanissime azzurre dello sci di fondo, le sorelle Valentina e Gaia Vuerich, alla loro prima esperienza alla Marcialonga Cycling.
Tra i maschi Corradini è il più gettonato per il podio, ma spiccano anche i nomi di Casartelli, Masiero, Orsi, Barbetta e Rizzi, beninteso che c’è tempo fino a sabato per iscriversi e che tanti big attendono davvero gli ultimi giorni per dare la propria adesione. In compenso ci sono dei bei nomi dello sci di fondo, giusto per rimanere in tema di “Marcialonga”, che affonda le radici al lontano 1971.
Ci saranno ad esempio gli svedesi Jerry Ahrlin, che ha vinto per due volte la Marcialonga di Fiemme e Fassa, nel 2007 e nel 2009, e Daniel Tynell, terzo a Cavalese nel 2009 e soprattutto vincitore per tre volte della Vasaloppet, la madre di tutte le granfondo sugli sci. Non mancheranno i “nostri” Marco Cattaneo, Bruno Debertolis che a gennaio ci ha regalato un impensabile sesto posto, e gli altri azzurri Vanzetta e Frasnelli.
Se nel mondo del calcio impera il detto “squadra che vince non si cambia”, nel “microcosmo” della Marcialonga Cycling potremmo ribadire “percorso vincente non si cambia”. Verranno riproposte infatti le due varianti del tracciato che hanno animato negli scorsi anni la Val di Fiemme e la Val di Fassa: quello medio di 80 km e quello lungo con i suoi marcati 135 km.
Partenza dunque alle 7.30 in località Stalimen a Predazzo, gli arrivi dei primi sono annunciati alle 9.50 circa (medio fondo) e alle 11.50 (granfondo).
Le previsioni meteo per il fine settimana sono in miglioramento, una buona notizia per chi ancora era indeciso sulla propria presenza per l’attacco ai mitici passi dolomitici di Lavazè, San Pellegrino e Valles.
Info www.marcialonga.it

IL PAGELLONE

ORGANIZZAZIONE VOTO 4,5

Strade indegne, e pericolose e cambio ruote dopo 30' e ambulanza idem!

LOCATION voto 7
Comoda ed efficace

IL PERCORSO VOTO 5

Bello come itinerario ma strade troppo indegne
PARTECIPAZIONE voto 6

Livello umano

PACCO GARA VOTO 5,5
Pasta di riso immangiabile

SICUREZZA voto 4

Molti pericoli nella prima parte in paese e poi strade indegne e assistenza pessima


LE STRADE VOTO 4

Pessime

martedì 25 maggio 2010



Oggi ho continuato il lavoro di agilita ad alti watt sia in pianura(medio), che in salita compresi tratti ripidi

lunedì 24 maggio 2010

GF OLTREPO PAVESE e la sfiga continua................


Senza titolo by senna977 at Garmin Connect - Dettagli

82° ass
22°senior

Col mio tempo reale( 15° posizione) conta niente ma cosi per dire
C°24.1 KG 62,8


LE SALITE:

ROVESSCALI 8'52 4,278KM 3,3% 298W 94RPM 28,9Vm 947VAM
TORRONE 3'20 1,441 4,8 341 94 25,9 1260
COSTALTA 20'19 7,5 4,3 274 86 22,2 942
TRE PASSI 27'20 9,245 5,5 282 82 20,3 1115
PIETRA GAVINA 15'53 5,508 5,3 274 84 20,8 1111
CARMINE 5'32 1,949 4,5 276 78 21,1 965
PIETRA DE GIORGI 11'49 3,638 5,4 263 76 18,5 1000


LA MIA CORSA:


Eccomi qui e la serie delle sfighe stagionali continua.

Dopo una settimana di buon lavoro sulla massima agilita ad alti wattaggi, e la cosa ha pagato come dimostrano le 90 rpm in corsa, e le 93 prima della foratura.

La vigilia passata a casa è stata quella classica senza inconvenienti di sorta, la nottata ok, insomma c'erano tutte le premesse per una bella gara, anche il fatto del pettorale di prima griglia.

Domenica Mattina peso ok, solita colazione pre gara, viaggi senza problemi e veloci.
Splendida giornata atmosferica e finalmete divisa totalemente estiva!

Operazioni preliminari con la giusta tempistica e poi via in griglia avanti ma non avantissimo e questo l'ho pagato nell'attraversamento di Broni con qualche rischio di troppo.

La prima parte di corsa troppo veloce e pericolosa, per fortuna non ci sono stati problemi , nonostante strade per tutto il giorno indegne, e in certi punti strette per il gruppo ancora compatto.

Sulla prima salita sono riuscito molto bene a risalire fino alle prime posizioni, con davvero una pedalata molto molto brillante. La salita ha fatto gia una buona selezione, ma poi la discesa( strade sempre indegne) a ricompattato il tutto riportandoci ben presto ai problemi precedenti.

Dopo il bivio percorsi le cose sono migliorate sia perche eravamo chiaramente in meno sia perche la strada era sempre a salire. Sguerri come fin dalla partenza ha continuato a cercare di andarsene sempre senza molta fortuna fino li, le mie gambe continuavano stare bene.
Poi nella discesetta che portava alla salita, tratto di strada sterrata( e non segnalato) psssssssssssss e foratura anteriore, addio gara visto che di cambio ruote non se ne è visto per 27' (tubolare tagliato e bomboletta inutile,...................), quantomeno sono poi potuto ripartire.
Ho deciso di tirare fino all'arrivo, giusto per quantomeno portare a casa un ottimo allenamento, e cosi mi sono fatto la mia cronometro individuale di 80km.

Continuando a cercare l'agilita, sono contento perche sono stato regolare senza cedimenti e il mio tempo reali mi avrebbe portato in 15° posizione, confermando che la gamba era ottima, peccato un'occasione persa persa per una gara che potevo finire nei 5, ma che ci posso fare andiamo avanti sperando che giri!
Adesso bella spesa per i Tubolari e via sotto con la Marcialonga

mercoledì 19 maggio 2010






IL PAGELLONE



ORGANIZZAZIONE VOTO 5,5

Strade indegne, e pericolose

LOCATION voto 7

Molto megli di tutte le altre edizioni

IL PERCORSO VOTO 6

Il cambiamento di percorso ha impoverito la corsa

PARTECIPAZIONE voto 6

Buoni numeri livello non altissimo

PACCO GARA VOTO 5,5

Niente a che vedere con gli scorsi anni........CRISI

SICUREZZA voto 5

Molti pericoli nella prima parte di pianura, e poi strade devastate

LE STRADE VOTO 5

Pessime


lunedì 17 maggio 2010

GF COOPERATORI


15°ASS (Nel gruppo del 7°)
4°cat
kg 62,8 c°15,8 fresco e coperto in mattinata poi è andata sempre piu migliorando



LE SALITE

BAISIO 19'31 8,063km 4,4% 306w 79rpm 24,8vm 1094VAM
POIAGO 12'29 4,697 5 276 80 22,6 1120
VALESTRA 6'43 2,011 7,1 301 65 19 1277
S.VITALE 4'10 1,677 4,1 276 79 24,1 994
CARPINETI 8'19 2,476 7,3 300 67 17,9 1306
TRINITA 9'36 2,467 8 284 68 15,6 1231
CANOSSA 20'28 7,584 4,3 266 73 22,2 956


LA MIA CORSA:

Purtroppo sabato mi hanno annulato una gara a cui tenevo, e in piu questo ha scombussolato i miei piani, cosi sono arrivato a domenica con due giorni consecutivi di rulli, poco male un po di scarico ci stava comunque bene.
Sabato sera ho fatto un po fatica ad addormentarmi ma una volta che ci sono riuscito la notte è passata via bene, e al risveglio( 5) tutto ok.

Per una volta nessuna trasferta ma GF vicino a casa, come percorso e tipo di gare erano meglio altre concomitanze, ma ripeto per una volta che ne ho una vicino a casa.

Solita colazione e poi via, viaggio breve, ma una volta la scopro di non risultare iscritto, per fortuna risolto tutto senza troppo penare.
Ho avuto tutto il tempo di svolgere le operazioni preliminari con tutta calma.
Qualche dubbio sul come vestirmi, e che ruote scegliere visto che il cielo non era certo incorragiante al contrario delle previsioni. Alla fine per fortuna il tempo è andato via via migliorando, ma al mattino sentivo davvero freddo.
Per le ruote zipp posteriore neutron anteriore.

Nessun problema per la griglia infatti davanti ai tappetini eravamo in pochi.

Prima lunga parte di pianura veramente da nervi a fior di pelle come in tutte le gf che partono dalle citta, questa volta sono stato fortunato, evitato due tre cadute davvero di un soffio.
Pero mi sono subito trovato con ottime sensazioni anche nei rilanci che di solito mi mettono in crisi.

Sono riuscito quest'anno a portarmi davanti al momento giusto, cioe nella salitella che precede la discesetta che porta all'attacco di Baiso. Ho comunque sofferto l' attacco della salita( anche perche Malori si è messo a fare il fenomeno.............poi rimasto davanti a noi pochi sec per una marea di km, fino a che non l'ho piu visto e no so poi che fine abbia fatto).
Ho stretto i denti per rimanere agganciato al primo gruppo, avendo anche un momento di iperventilazione, ma sono riuscito a difendermi e a scollinare col primo gruppo. discesa veloce in cui ci siamo sgranati per poi riacciopparci a valle non senza una buona dose di fatica.
Anche nel fondo valle sono continuati gli scatti ( oggi ho fatto una fatica boia ad alimentarmi, non ci sono stati momenti di pausa), ma alla fine siamo arrivati all'imbocco di Poiago tutti insieme.
In salita ho sofferto la prima dura rampa per poi invece stabilizzarmi bene.
Al bivio dei percorsi eravamo in 14, dopo per il lungo siamo rimasti in 8, pensavo e speravo in un periodo di calma visto che mancavano ancora tanti km all'arrivo ma cosi non è stato, e la battaglia è continuata.
Io ho cercato di stare il piu coperto possibile per non spendere energie inutili, operazione riuscita fino alla discesa prima dell'attacco di Carpineti, Li Faella ha fatto l'ennesimo forcing, e ci siamo di nuovo sparpagliati, e cosi mi sono presentato all'imbocco salita un po staccato, mi è mancato il fuori giri per riaccodarmi, operazione invece riuscita a Fabrizio a Spada ed ad un paio di Ukraini(fuori corsa), qui mi è mancato qualcosa temo anche a livello di testa, e cosi il treno buono se ne è andato.
E' Cominciata la mia cronometro quasi individuale (72 KM 33,3vm), con la speranza di mantenere il 7° posto. Per strada ho poi ripreso uno degli Ukraini, che pero mi ha dato davvero pochi cambi fino alla pianura finale. Io sono riuscito comunque a tenere un buon ritmo, cosi come buone sono state le gambe fino a fine corsa e questa è una nota nettamente positiva.
Gli ultimi 20 km di pianura( per fortuna molto meno di quelli dello scorso anno) li ho fatti ai 42,3Vm con l'aiuto oltre che dell'ukraino di un gruppetto del medio.
Quando gia dentro Reggio pensavo di essere riuscito nell'impresa mi sono visto piombare addosso il gruppetto dietro ( che doveva avere proprio un bel ritardo per ripredermi solo alla fine), e cosi beffa dal 7° al 15° posto, e il rammarico mi è rimasto adosso rovinandomi un po la giornata.
Sono comunque convinto di non essere riuscito a dare il meglio di me, spero di tornare alla massima grinta gia domenica a Broni.

Oggi ho avuto anche un'attacco di mal di fegato, con ogni probabilita per lo sforzo oltre che per la difficolta di alimentarmi.



sabato 15 maggio 2010

PARMA-NEVIANO

COME SI FA AD RIMANDARE UNA GARA CHE NEANCHE PIOVE....................................
UISP DI PARMA SCANDALOSI

mercoledì 12 maggio 2010

martedì 11 maggio 2010




MEDAGLIA GIMONDI


IL PAGELLONE


ORGANIZZAZIONE VOTO

Ho sentito tante critiche ma per quanto mi riguarda buona gara

LOCATION voto 7

Per le mie esigenze ottima

IL PERCORSO VOTO 7

Posti veramente molto belli, e salite impegnative

PARTECIPAZIONE voto 6,5

Nella norma della Coppa Lombardia

PACCO GARA VOTO 7

Il giorno prima stavo per comprare il pulisci catena.....................

SICUREZZA voto 5,5

Qualche strada un po cosi e macchine in controsenso

LE STRADE VOTO 5,5

Qualche tratto un po cosi


PREMIAZIONI VOTO 7
Se mi hanno dato quello preannunciato buonissime

ECCO LA PROVA DEL MIO 9°POSTO ALLA GIMONDI


FOTO GP FELINESE



lunedì 10 maggio 2010

GF ALPI


Senza titolo by senna977 at Garmin Connect - Dettagli


11°ass (col gruppetto del 9°)
5MG PREMIATO

c°12,5 sereno grosso modo fresco sulle vetta

LE SALITE:


S.CRISTINA 44'50 12,179km 8,6% 306w 68rpm 16,3vm 1390VAM
TEGLIO 15'52 5,219 6,2 292 71 19,7 1214
TRIANGA 21'40 5,58 8,6 294 63 15,5 1318



LA MIA CORSA:

Sabato solita doppia seduta di rulli, e poi vi a di corsa visto che mi aspettava un bel viaggetto( piu di 3 ore), per fortuna abbastanza scorrevole solo un po di casino a Monza.
Altra piacevole trasferta in Camper che semplifica tutte le cose, visto che posso fare tutto con i miei ritmi e le mie abitudini e per questo non finirò mai di ringraziare Michele Giovanna e .............Filippo.
Nottata ok e tutto sommato buon risveglio anche se di una mezz'oretta ritardato rispetto al programma ma bene anche cosi.
Solita Colazione poi pian piano mi sono messo in moto, e le faccende preliminari sono andate al meglio.
Anche dal punto di vista atmosferico dopo una settimana difficile siamo stati fortunati, giornata serena, non certo caldo sulle vette ma in corsa poi chi ci pensa piu..............
In griglia nessun problema davanti ai tappetini eravamo in pochi.

Nessun particolare problema nella prima fase di pianura, nemmeno dopo il bivio dei percorsi, anche se poi alla fine l'imbocco del santa Cristina non l'ho preso avanti come sarebbe stato necessario, infatti è stato preso di petto e già un gruppettino se ne è andato, per fortuna poi mettendomi al mio ritmo e a ruota di Acquistapace siamo rientrati, eravamo gia si e no una quindicina. Acquistapace ha tirato dritto provando la fuga io invece mi sono messo belle tranquillo con la speranza che non si accendesse la bagarre e magari salvari sulle rampe dure.
Invece a 5KM dalla vetta Podesta ha cominciato a fare la voce grossa e a me non è restato che continuare al mio passo senza badare a quello che mi succedeva attorno, sul ripido pago sempre troppo, infatti ogni volta che la strada calava un po il mio ritmo aumentava notevolmente.
Sta di fatto che ho scollinato a un po più di 2' dai primi, e 40 sec da Michelazzo che alla fine si sarebbe rivelato un buon treno per un risultato ancora migliore, forse è un problema anche di testa, dovro continuare a lavorarci su, anche perchè nelle salite dopo i miei tempi sono stati comparabili a quelli davanti.
Scollinato in 4 con Natali Corbetta , discesa in cui ho avuto le miei difficoltà sia nella prima parte verso Aprica sia nella seconda molto veloce, ma comunque una volta a valle tutto è rientrato e cisiamo ritrovate in 6 ( ripresi ad Aprica Acquistapace e un proff dell Derosa). Abbiamo cominciato a girare regolari, anche se nei su e giu un po ci rompavamo.
All'imbocco di Teglio è rientrato il gruppo dietro, io non me ne sono badato e ho fatto il mio per ricreare nuovamente selezione, e verso la cima oltre ad essere rimasti di nuovo in pochi avevamo a vista il terzetto davanti, ma purtroppo non siamo mai riuscito all'aggancio.
Tutto sotto controllo nella fase di su e giù verso Sondrio, anzi gamba davvero ottima.
Sulla salita finale un po ho patito i tanti cambi di ritmo del mio compagno Cannella, ma questo ci ha permesso di staccarne due. Poi fase finale in 4 con buona collaborazione. Ho provato lo scatto poco dopo l'ultimo km ma non ci siamo evidentemente capiti, e cosi niente di fatto.
Soddisfatto in fondo della gara ma è chiaro che vorrei sempre di piu.
Adesso

Sabato Parma-Neviano
Domenica Cooperatori

venerdì 7 maggio 2010

GP LA FELINESE


Senza titolo by senna977 at Garmin Connect - Dettagli

C° 9,9
KG 63

IN GRUPPO (Fuori fuga di 4)

GIRI:

Lap 1 Duration: 8:28
Min Max Avg
Power: 0 762 200 watts
Cadence: 17 118 86 rpm
Speed: 0.8 59 39.6 kph
Lap 2 Duration: 8:02
Min Max Avg
Power: 0 739 210 watts
Cadence: 26 116 92 rpm
Speed: 22.8 57.2 41.6 kph
Lap 3 Duration: 8:02
Min Max Avg
Power: 0 759 245 watts
Cadence: 40 115 86 rpm
Speed: 15.4 58.2 41.6 kph
Lap 4 Duration: 7:36
Min Max Avg
Power: 0 764 263 watts
Cadence: 32 105 88 rpm
Speed: 24.9 59.8 44.0 kph

Lap 5 Duration: 7:57
Min Max Avg
Power: 0 802 226 watts
Cadence: 15 112 91 rpm
Speed: 16.1 55.2 42.0 kph
Lap 6 Duration: 7:39
Min Max Avg
Power: 0 682 265 watts
Cadence: 20 108 91 rpm
Speed: 16.3 65 43.8 kph
8.6 N-m

Lap 7 Duration: 7:51
Min Max Avg
Power: 0 743 240 watts
Cadence: 23 108 87 rpm
Speed: 18 61.7 42.5 kph

Lap 8 Duration: 8:04
Min Max Avg
Power: 0 737 286 watts
Cadence: 21 104 85 rpm
Speed: 18.6 54.4 41.4 kph
Lap 9 (0:07:32.94):
Duration: 7:32
Min Max Avg
Power: 0 770 255 watts
Cadence: 34 106 88 rpm
Speed: 11.1 59.1 44.4 kph
Lap 10 Duration: 7:45

Min Max Avg
Power: 0 709 235 watts
Cadence: 30 107 88 rpm
Speed: 24 57.3 43.1 kph
Entire workout (243 watts):
Duration: 1:19:05
Work: 1149 kJ
TSS: 114.9 (intensity factor 0.936)
Norm Power: 290
VI: 1.2
Pw:HR: n/a
Pa:HR: n/a
Distance: 55.786 km
Elevation Gain: 324 m
Elevation Loss: 331 m
Grade: -0.0 % (-5 m)
Min Max Avg
Power: 0 802 243 watts
Cadence: 15 118 88 rpm
Speed: 0.8 65 42.3 kph
Pace 0:55 75:00 1:25 min/km
Altitude: 263 304 285 m
Crank Torque: 0 101 26.4 N-m

LA MIA CORSA


Il meteo mi ha lasciato incerto sul da farsi per tutta la mattinata , non si capiva se avrebbe tenuto o meno, alla fine ho rispettato il programma e sono andato a correre in bici, mettendo cosi assieme un buon numero di km(104), senza per fortuna bagnarmi nonostante alla partenza della gara sembrava il temporale fosse imminente.
Pero il vento è stato bello presente, purtroppo contrario nella fase a salire e questo ha ostacolato una selezione maggiore.
Siamo partiti in un bel numero e con un livello alto come quasi sempre nelle gare infrasettimanali.
Contento delle sensazioni avute dalle mie gambe, e dalla prestazione dal punto di vista fisico, visto che non ho mai avuto momenti difficili, e quando ho cercato l'azione le gambe hanno risposto ala meglio, anche andando dietro a quelli forti.
Purtroppo in questo tipo di corse bisogna essere fortunati nel beccare la fuga giusta, se non si è dei fenomeni( e io non lo sono), e oggi non è andata cosi. Pero alla fine sono contento della gara conferma che la gamba c'e nonostante il meteo continui a mettere il bastone fra le ruote, e chissa ancora per Quanto.

Intanto sotto con la GF delle ALPI, oggi la gamba aveva gia recuperato a dovere e la sgambata è stata positiva.

Ieri tanto per cambiare piccola sfiga quotidiana e deragliatore che si è imbarcato, non ha influito sulla corsa, e per fortuna sono poi riuscito a sistemare il tutto, ma ormai mi serve Lourdes