Si è verificato un errore nel gadget

giovedì 26 aprile 2012

GF VALDARNO



62,5KG
13,7 C°



Nome:
Cognome:
Team:
Anno:
Nazionalità:
Pettorale:
Posizione:
Posizione Categoria:
Categoria:
Tempo:
Tempo Reale:



Intermedi
RilevamentoKmtempo
totale
media
totale
pos
totale
Km
frazione
tempo
frazione
media
frazione
pos
frazione
Arrivo135,003:44:0936,14 Km/h0135,003:44:0936,14 Km/h14






LE SALITE:


MERCATALE                      4'03  1.881KM  4.8%  76RPM  27,7VM
LA SUGHERA                     14'50 5.076       5.7       71       20.3
CASTE BERARDENGA        6'20   3,014      3.4       80       28.4
BROLIO                             4'48   2.448      2.5       75       30.6
LECCHI                              10'46  3.765     6          70        20.1
RADDA                               4'52   1.693     6.2       71        20.7
CASTAGNOLI                       7'38   2.822     5.7       72         21,9
BADIA COLTIBUONO           12'38   5.267    4.5       72         24.8

LA MIA CORSA:

Giornata di vigilia MOLTO MOLTO MOLTO nevrotica, si  per la giornata impegnativa al lavoro sia per l'inconveniente capitatomi. Infatti al consueto lavaggio bici mi sono accorto che l'attacco manubrio era crepato( chissa da quanto cI correvo sopra!), poi nel cercare di renderlo sicuro ha ceduto del tutto. Cosi ho cercato il modo di trovarne uno senza potermi muovere dal lavoro, ma il maestro non è riuscito nel miracolo e ormai ero rassegnato a non poter correre e perdere anche giorni di uscita, chiaramente umore sotto i tacchi. Una volta rientrato a casa la piacevole sorpresa che sulla bici vecchia contrariamente a quanto mi ricordassi ce ne era uno del diametro giusto e cosi sono riuscito a pezzare la situazione, ritrovare morale, la serata è diventata un po piu lunga, ma poi comunque con una buona nottata non ho patito lo spaglio sul presto.
Domenica mattina tutto ok almeno fino a Barberino, poi contrariamente a tutte le previsioni che davano sole sicuro, mi sono ritrovato nuvoloni neri e minacciosi, e la situazione è stata instabile almeno fino alla partenza, tanto che nelle prime fasi abbiamo trovato anche strade belle bagne, ma poi tutto sommato è venuta fuori una buona giornata.

Operazioni preliminari ok.
Non siamo partiti n tanti ma discreto livello come sempre in cagnacci non mancano mai.

Oggi ho tirato fuori finalmente una prestazione e una gara come ai vecchi tempi, non siamo ancora al mio massimo ma se riusciro a confermarmi prossimamente si puo essere ottimisti( nelle salite odierne ho battuto tutti i tempi dell'anno scorso e dove c'erano i riferimenti anche quelli del 2008).

Sono tornato a fare gara di testa dall'inizio alla fine, provandoci anche a piu riprese.
La prima volta per una controfuga a 3 km dall'imbocco della prima salita, ho mancato di poco il riaggancio con i primi due ma quantomeno ho abboccato la salita con un po di vantaggio, in modo da non subire la prima rasoiata in gruppo, ed impostare la salita la mio ritmo. Sono stato raggiunto dapprima da due che non avevano un ritmo per me sostenibile fino in cime, poi dalla prima parte del gruppo ( con una Sorprendente Rinaldi, che ha fatto un garone fino alla fine menando sia in pianura che in salita sbalorditiva) con cui sono riuscito a scollinare. Anche la discesa da protagonista durante la quale siamo andati a riprendere tutti.
Anche sulla seconda salita ho provato a muovermi, è stata tutto uno scatto controscatto, alla fine sono riuscito a tenere botta bene, fino al bivio dei percorsi, poi ho patito un po il gancio infame successivo anche perche non mi ricordavo era cosi corto, comunque subito dopo sono riuscito a pezzare la situazione rientrando davanti.. Nella piana sucessiva è stata una continua battaglia( gambe cominciavano ad essere in debito) ed è finita che mi sono ritrovato dietro. Pero non mi sono dato per vinto e all'imbocco della salita di Lecchi mi sono trovato avvantaggiato con Podesta e Antonioli, poi da dietro è rientrato BENNATI e Bigazzi, la rumba è stata notevole anche in discesa tanto che a valle eravamo a tiro del primo gruppo, un paio di tirate e siamo rientrati.. Sono riuscito a tenere botta bene sulla penultima salita, poi è stata battaglia sia in discesa che nella poca pianura prima della salita, e qui pur tenendo duro ho consumato le mie ultime gambe, imboccata la salita sono dovuto andare del mio passo,  almeno nella primissima parte, poi ho preso la ruota di Bigazzi che mi ha portato su proprio al limite. Forte anche la discesa e infatti a valle siamo rientrati su altri 2. Il finale me lo sono giocato male anche perche oltre ad essere sempre in debito di gambe mica avevo capito che rispetto al 2011 era cambiato paese di partenza e arrivo, poco male, sono davvero soddisfatto della giornata, adesso speriamo non sia stato solo un fuoco di paglia stile Cecina e di dare continuita, anzi di crescere ancora.  SPERANDO ARRIVI IL CALDO

Nessun commento: