Si è verificato un errore nel gadget

giovedì 9 giugno 2011

RANG: colpaccio dei russi

Nikita Eskov vince la Milano-Sanremo e salta in testa alla classifica. Intanto il connazionale Bazhenov, compagno del lituano Rumsas, risale la china e va al terzo posto. La Rinaldi è sempre stabile tra le donne, mentreGabriele Orsi è il più stakanovista del pedale. Ben 95 le granfondo conteggiate nel RANG.

Il russo Nikita Eskov si sta dimostrando sempre più pericoloso (ph Play Full Nikon)

8 giugno 2011 - Mamma mia che fatica! A volte anche i lavori che possono sembrare semplici si complicano a dismisura. Il reperimento delle classifiche, che potrebbe apparire questione di pochi click, si sta dimostrando più arduo del previsto.
Fortuna vuole che ormai siamo riusciti a convincere quasi tutti i timers a fornirci le classifiche nel formato consono per il sistema, ma manca ancora TDS che si sta rivelando più ostico del previsto, ma contiamo di riuscire a spuntarla anche in questo caso.
Detto questo e detto che ci manca all'appello solo più la Granfondo Zen Air, vediamo come è messa la classifica ad oggi.

Siamo cavalieri e iniziamo dalle donne.
In testa, a capeggiare le graziose donzelle, c'è ancora sempre la fiorentina Ilaria Rinaldi che la leadership non si sogna nemmeno di cederla alle avversarie. Nel tentativo di insidiare la sua posizione c'è la marchigiana Barbara Lancioni, che però partecipa a gare numericamente più ridotte, quindi non accumula punti a sufficienza per operare il sorpasso, sebbene il gap sia veramente sul filo dei punti. Sempre presente, nonostante le mille grane famigliari che l'assillano, la forlivese Monica Bandini. Una roccia indistruttibile.

In ambito maschile, acuto del russo Nikita Eskov, ex pro del team Katyusha, ora in forze al VC Salò, compagine bresciana dell'entourage del progetto Katyusha, appunto (non per niente hanno le stesse divise). Con il colpaccio della vittoria alla Milano-Sanremo, gara parecchio dura soprattutto in termini di permanenza in sella, ha guadagnato un bel po' di punticini che lo hanno fatto balzare in testa alla classifica, scalzando il trevigiano Alessandro Bertuola che passa così in seconda posizione. Se lo conosciamo abbastanza bene, non vorrà restare secondo per molto tempo.
Altro attacco russo al podio. Risale la china Alexander Bazhenov che si piazza al terzo posto, lasciando a terra il trentino Antonio Corradini. Anche in questo caso la lotta non è certo chiusa. Ora iniziano le corse dure sul serio, con tanta montagna e tanta partecipazione. I moltiplicatori andranno alle stelle e vincere una Sportful non sarà certo vincere una Nocentini (nulla ci vogliano gli amici Pratesi).

Exploit del parmense Gabriele Orsi che, oltre ad avere aumentato la propria forma fisica che ci permette di vederlo spesso e volentieri nel gruppo di testa, si è dimostrato anche uno stakanovista del pedale. Con le sue 18 granfondo e un totale di 2387km è balzato in testa alla classifica cicloturistica. A pochi chilometri lo segue un altro parmese, Cesare Valentini, fidato collaboratore della rivista. Terza piazza per Roberto Rossi di Cesano Maderno (MB).

Ci aspetta un'altra domenica pregna di manifestazioni, anche di alto livello come la Merckx e un gradito ritorno come la Max Lelli, quindi non resta che augurare a tutti un grosso in bocca al lupo.

SCARICA QUI IL RANG AGGIORNATO

Nessun commento: